Martedì, 21 Novembre 2017, 20:14:59

abbazia di montescaglioso   Abbazia e centro storico di Montescaglioso

Montescaglioso anticamente Mons Caveosus Importante centro storico-culturale, è situato a pochi km dal capoluogo.

Il territorio di Montescaglioso, così come quello di Matera, ricade in un'area archeologica, storica e naturale, il Parco delle Chiese rupestri del Materano, che comprende circa 8000 ha di cui circa 3500 appartenenti al comune montese.

Montescaglioso fa anche parte dell'Associazione Nazionale Città dell'Olio, grazie all'ottima qualità delle olive, in special modo ilcultivar locale "Ogliarola bradanica", e del distretto del mobile imbottito di Matera-Montescaglioso. A livello culturale è da menzionare il Carnevale, uno dei più importanti nella regione, la cui prima attestazione ufficiale rimanda addirittura al 7 febbraio 1638.

Montescaglioso, nota anche come la "città dei Monasteri" per la presenza di quattro complessi monastici, tra i quali spicca l'abbazia di San Michele Arcangelo, è, assieme a Matera, la città più visitata della Basilicata.

 

Abbazia benedettina di San Michele Arcangelo

La grande e maestosa mole del Cenobio che ancora oggi si impone all'ammirazione per i suoi pregi architettonici, esisteva già nel 1078, ma non si conosce con precisione l'effettiva data di inizio della costruzione (si ipotizza nel 400).

Si sa per certo che Umfredo d'Altavilla, figlio di Tancredi d'Altavilla, fece delle donazioni di terre al convento fino al 1095. Alla morte di Umfredo i Monaci, le cui condizioni di vita erano assai misere, chiesero altre donazioni a Rodolfo, figlio di Umfredo nel 1097 e nel 1099.

La vedova di Rodolfo, la contessa Emma, col figlio Ruggiero, continuò le donazioni elargizzate dai familiari. In seguito la stessa Emma si impegnò per ampliare la chiesa del convento. Allo stesso tempo molte altre donazioni arrivavano da altri benefattori, che seguivano l'esempio di Emma.

Non mancò neanche l'interessamento del papa Alessandro III, che pose sotto la sua protezione i monaci di Montescaglioso.

Si ebbe così un lungo periodo di fioritura fino al XV secolo quando iniziò il declino dell'Abbazia causato dalle continue guerre.

Nel 1484 Baldassare del Balzo ebbe l'incarico da papa Sisto IV di mettere le cose in ordine, ma non ci riuscì. Successivamente a tale ardua impresa si cimentò poi Pirro del Balzo, conte di Montescaglioso, obbligando i pochi monaci rimasti a lasciare l'Abbazia, poi ripopolata con i monaci della Congregazione di Santa Giustina da Padova.

Il 5 agosto 1910 agli arcivescovi di Acerenza e Matera fu concesso di aggiungere il titolo di abati di Sant'Angelo di Montescaglioso .

 


 

 

Contatti
NCC e Taxi a Matera

Sede operativa : Via dei Messapi, 11
75100 Matera (MT)

Mobile. +39 347.6468250
Mobile +39 328.5854231
e-mail: taximatera@virgilio.it
Servizio Attivo h24 tutti i giorni
Sei qui: Home Escursioni Abbazia di Montescaglioso